SEGUICI SU:

Usb sottoscrive l'ipotesi di accordo con Unicoop Tirreno: salvi tutti i posti di lavoro e tutelata anche la parte economica

Firenze -

Negli incontri dell'8 e 9 maggio Usb ha chiesto a Unicoop Tirreno risposte certe in merito alla situazione che ci preoccupava moltissimo a causa della poca chiarezza dimostrata a più riprese dall'azienda.

In particolare abbiamo chiesto che, qualora al termine del piano fossero ancora presenti esuberi di personale sia sulla sede sia sui negozi, la cooperativa non procederà con licenziamenti unilaterali ma riaprirà il confronto con le organizzazioni sindacali. Unicoop Tirreno ha messo nero su bianco la piena disponibilità in tal senso e lo riteniamo un risultato non da poco per la tutela di tutti i posti di lavoro.

Abbiamo inoltre chiesto ancora una volta una diversa articolazione dei provvedimenti sul Contratto Integrativo Aziendale, in modo da ridurre nel complesso l'intervento economico sui lavoratori e da impostarlo su criteri di maggiore equità. Anche su questo aspetto la cooperativa ha recepito le nostre richieste.

Siamo quindi giunti ad una ipotesi di accordo che, grazie al lavoro svolto in questi mesi da Usb al tavolo di trattativa, contiene elementi importanti a tutela dell'occupazione e dei salari. Elementi che erano alla base degli obiettivi che insieme ai lavoratori ci eravamo posti, anche se ovviamente sarà necessario non abbassare la guardia nei prossimi mesi e per tutta la durata del piano triennale.

Per questi motivi Usb firma l'ipotesi di accordo con Unicoop Tirreno. Nei prossimi giorni andremo a consultare i lavoratori nei negozi e nella sede centrale.

Usb Commercio
9 maggio 2017