SEGUICI SU:

Vertenza Coop Campania. Nessuna risposta da parte della dirigenza neanche in regione!

Napoli -

Si è svolta ieri, martedì 17 ottobre, presso la III commissione Consiliare Permanente della Regione Campania l’audizione su “Problematiche lavoratori Coop di Napoli Arenaccia e santa Maria Capua a Vetere”.


L’audizione si è tenuta in presenza di Consiglieri Regionali, rappresentanti dei lavoratori e, per Unicoop Tirreno, Ezio Cristetti.
Era presente anche il presidente di Lega Coop  Campania Mario Catalano.


Purtroppo registriamo l’assenza dell’assessore della giunta De Luca, crediamo che sia grave in questo momento non trovare le modalità di partecipazione a questo importante passaggio istituzionale, eppure sono in ballo i destini di più di 100 famiglie e le attività di integrazione sociale che le cooperative da sempre svolgono sul territorio.


Unicoop Tirreno ha ribadito ancora una volta la volontà di chiudere o cedere i punti vendita, ma senza indicare modi e tempi, il tutto nella più completa incertezza per il destino dei lavoratori.


Unicoop, rappresentata anche da Massimo Favilli e Giovanni D’Auria, si è astenuta dal rispondere alle domande, sia nostre che del presidente della commissione, per questo gridiamo ancora più forte il bisogno di azioni forti  dei lavoratori uniti verso lo stesso obiettivo.


La cooperazione non può lasciare la Campania, non può nascondersi dietro giochini e sigle. L'accordo che è stato siglato nel 2013 prevede la salvaguardia di tutti i punti vendita esistenti nella Regione.


Verso lo sciopero del 28 Ottobre!

Verso lo sciopero generale del 10 novembre!


Usb Coop Campania